Pagine

domenica 30 gennaio 2011

I giorni della merla

 Gli ultimi tre giorni di gennaio dalle nostre parti vengono curiosamente chiamati "i giorni della merla". Io non so da dove questa usanza abbia avuto origine ma ho un paio di storie che vi si riferiscono. La mia preferita è tratta da un libro di un autore superfamoso e tradotto (in parte molto limitata) anche in Italia, Tomie De Paola, che , guarda caso, vive a un paio d'ore da qui, a New London , NH. Tomie ha scritto più di 200 libri per bambini ed ha ricevuto molti premi. Il suo sito è http://www.tomie.com/. Il suo titolo più famoso, "Strega Nona", versione della pappa dolce,  è conosciuto da milioni di bambini. Fra i suoi albi illustrati c'è anche Days of the blackbird, "I giorni della merla". Cliccando sul link, c'è un collegamento ad Amazon e si possono visualizzare e leggere alcune pagine della storia...
 A fine volume Tomie scrive ( tutte le traduzioni sono mie, quindi se non vi piacciono prendetevela con me, e leggetevi il libro in inglese):
In una freddissima sera di gennaio ero al ristorante La Meridiana, un eccellente ristorante di cucina dell'Italia del Nord, vicino alla mia casa in New Hampshire. Anche se il ristorante è vicino, quando ci sono arrivato ero congelato perchè la macchina non aveva avuto modo di scaldarsi.
Piero, il proprietario, mi salutò. "Come stai? " domandò.
"Congelato", risposi, sfregandomi le mani. "La temperatura è molto sotto lo zero".
"Certo", disse Piero. " E' il 30 di gennaio, una delle "Giornate della Merla".
"Cosa?"Domandai.
"Nella regione del Piemonte, da cui io provengo, chiamiamo il 29, 30 e 31 gennaio i "Giorni della merla", perchè sono i più freddi giorni dell'anno. La leggenda dice che è così freddo che le colombe bianche si nascondono nei camini per stare al caldo. E, quando ne escono, sono nere per la sporcizia."
Beh, questa mi era sembrata una bella storia, così ho cominciato a pensare...
Il risultato è questo racconto, simile all'usignolo dell'imperatore. L'ho ambientato nel piccolo villaggio di Piero, Sabbia, vicino alla città di Varallo-Sesia, nell'Italia settentrionale. Sabbia si trova su una collina, con alte montagne tutte  intorno, proprio come ho rappresentato nella pagina di copertina. E' facile immaginare forti venti che lo percorrono in inverno, specialmente durante le giornate della merla.
Ora, se vi trovaste mai nel villaggio di Wilmot Flat, vicino alla città di New London, una fredda sera di gennaio(o anche in qualsiasi altra occasione!), fate in modo di fermarvi a La Meridiana, dove l'ospitalità e il cibo vi scalderanno.
TdeP NH (Tomie de Paola New Hampshire)

Il libro parla di Gemma, orfana di madre, e di suo padre , Duca Gennaro. Vivono in un grande palazzo, con un salone ed un cortile pieno di uccelli d'ogni colore che gorgheggiano in primavera ed estate. Cantano tutti per il Duca, ma il suo preferito e più leale amico è la colomba. Quando il duca si ammala e Gemma si preoccupa per lui, la colomba rifiuta di volare a sud, anche se la neve e i forti venti imperversano sul villaggio. Ogni giorno la colomba canta per il Duca Gennaro e si ripara nel camino negli ultimi e più freddi giorni di gennaio. Quando ne esce ne è per sempre cambiata. Il Duca e Gemma riconoscono  la sua voce, il Duca guarisce per merito suo e da quel giorno il Duca fa chiamare gli ultimi tre giorni di gennaio "Le Giornate della Merla" in suo onore.
Grande Tomie!!! E buon San Geminiano (Santo patrono di Modena) a tutti i Zemian, sparsi per il mondo (sigh!)...

5 commenti:

nonnAnna ha detto...

* leggo con piacere che tua mamma sta migliorando
* GRAZIE per questa nuova versione della leggenda de "i giorni della merla"... addirittura ambientata nel mio Piemonte...
a suggerirla sei te (6 ore di differenza)... meraviglie della tecnologia moderna... quella per la quale io sono purtroppo ancora piuttosto negata :-(
Tante serene giornate
nonnAnna

Sandra ha detto...

Che bel ventaglio di coincidenze, Francesca. E com'è davvero "piccino" il mondo.
Ciao Zemiana ariòsa !

Francesca ha detto...

Sì, mi piace molto questa cosa; accade relativamente spesso con Internet. E fa sentire più vicini...Ciao a voi- domani neve per un paio di giorni, nel caso sparisca sapete perchè!

Ufficio XII ha detto...

oddio sepolta di neve... qui oggi nebbia da pazzi se ti consola... e noi NEANCHE MESSO NASO IN FIERA:) TRANQUILLI IN CASA con Maggie detta naso colante...

Francesca ha detto...

Povera Margherita, ho finito il gilerino, adesso vorrei farle un basco con il filato avanzato...