Pagine

mercoledì 9 febbraio 2011

Le rime della nonna

                                         (Margherita e James, Modena, 5 Luglio 2010)

La mia mamma, ovvero la nonna Grazia, ha sempre scritto poesie per marcare le occasioni famigliari. Non vuole nemmeno che le chiamiamo poesie, intimorita specie da mio marito che insegna poesia in inglese e traduce poesie di autori greci dai nomi più noti, come Cavafis e Ritsos. Ho pensato allora che rime fosse il nome più adeguato. Spesso troviamo questi versi nei nostri biglietti di compleanno e li conserviamo, poi a volte ce ne dimentichiamo.
Durante il suo recente "soggiorno" ospedaliero a Baggiovara ne ha dedicate alcune nuove al nonno ed ai nipotini adorati, raffigurati qui sopra quando ancora eravamo insieme, nella calda estate modenese. Lei stessa mi ha dato il permesso di riprodurle qui.
Mio figlio, James, è nato per primo, il primo nipotino, arrivato anche in un modo un po' strano, ma subito bene accetto.

Per James
Un mattino di settembre
        nonna son diventata,
e tutta la mia vita
        d'improvviso è cambiata.
E' arrivato un bambino
        roseo, bello e biondo
che ha preso il mio cuore
        ed ha arricchito il mondo.
man mano che cresceva
        aumentava il mio bene
ed è ancora più grande
        or che non stiamo assieme.

              nonna Grazia

Poi, un paio di anni dopo , è arrivata la mia nipotina, figlia di mia sorella. Coi suoi modi gentili ed il suo affetto si è subito fatta benvolere.....A lei un saluto speciale da Oltreoceano, visto che ha male alle orecchie...

Per Margherita
La mia piccola è diventata
           mamma.
Ha messo al mondo una
           nuova vita.
E' nata, è un fiore e si
           chiama Margherita.
Cresce ed è una bimba
           buona e cara.
Per i suoi e per noi è una
           perla rara.

           nonna Grazia


Infine, ma starebbe davanti a tutto, c'è il nonno Graziano, ovvero il suo compagno di oltre 42 anni di matrimonio (noi non dureremo così tanto, temo!!!E' anche un problema....anagrafico)

Per Graziano
Molto è il tempo che
          stiamo insieme
e che mi doni tutto il
          tuo bene.
Io ti ricambio di tutto
          cuore.
Perchè sei tu il mio
          unico amore.
In questo momento che è
          stato duro.
Ho visto buio nel
          mio futuro,
ma la famiglia che tu
          mi hai dato
mi ha fatto quindi
          sperare ancora
ed ho capito che
           grazie a Dio
non era giunta
           l'ultima ora.

              Grazia

Ora che , oltre tutto, siamo vicini a San Valentino e a tutte le scempiaggini proposte dal mondo moderno, forse vale la pena di riscoprire in modo un po' più semplice gli affetti più cari.
Grazie mamma!!!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Mamma è felice che ti siano piaciute; ci hai fatto commuovere, mamma e papà

Francesca ha detto...

Veramente è la nonna che per prima ha fatto commuovere me; un po' per uno!

Sandra ha detto...

Entro in punta di piedi qui tra voi...sono commossa anch'io.

Francesca ha detto...

Certo, entra pure, sei la benvenuta!