Pagine

martedì 14 dicembre 2010

Shaker Village







Sabato pomeriggio abbiamo visitato il villaggio degli Shaker a Canterbury, New Hampshire. Da casa nostra occorre circa un'ora d'auto verso Concord, la capitale dello stato. Nessuno Shaker vive più qui da anni, ma il villaggio resta a memoria della loro opera e del loro lavoro a gloria di Dio . Sotto Natale ci sono due pomeriggi in cui si può visitare "a lume di candela" e così abbiamo fatto. James è rimasto affascinato dalle magie di un uomo in panciotto che faceva smaterializzare anelli, chiavi e nodi. Poi c'era musica scozzese/irlandese, sidro di mele caldo, canti natalizi, case di panpepato, decorazioni di una volta per l'albero di Natale. Ultima tappa, il gift store, ricco di prodotti recenti in stile Shaker: scope, canovacci tessuti a mano, scatole (prima o poi ne avrò una anche io...). Naturalmente non siamo venuti via a mani vuote: James ha scelto una tinta tipo oatmeal per un paio di gomitoli di Harrisville 90% lana e 10% lino. Forse ne faremo un gilet.....
http://www.shakers.org/
http://www.harrisville.com/

2 commenti:

Sandra ha detto...

Il villaggio delle favole, direi!
Un bacione.
Attenti a non prendre freddo.

Francesca ha detto...

Per questo mi piace comperare,lavorare ed indossare la lana! Gli Shaker mi hanno sempre affascinato- sempre per dire, non sapevo nemmeno chi fossero fino a qualche anno fa....gente creativa e lavoratrice, artigiani ed inventori qualificati...