Pagine

mercoledì 26 gennaio 2011

Lontananza

 Oggi è stata una giornata molto particolare. Martin era appena andato all'università, James era ancora al kindergarten quando mia sorella e mio padre mi hanno telefonato per dirmi che la mia mamma ha avuto un infarto. Non stava bene da qualche tempo, ma erano problemi gastrici(o almeno così si pensava e per questi è stata curata). Ironia della sorte o provvidenza ha voluto (dipende dai punti di vista) che fosse proprio in visita dal cardiologo quando questo si è verificato, così che almeno è stata soccorsa subito. E' in ospedale a Baggiovara in terapia intensiva e, mi dicono, sta benino. Beh, come può stare uno dopo una batosta così! Naturalmente io sono andata un po' in tilt, poi mi sono ricomposta. La lontananza è tanta.... giustamente mia sorella(grazie Chiara) mi ha suggerito di postare qualcosa in modo particolare per la nonna, anche se non può usare internet o il telefono finchè è lì. Allora io e James ci siamo messi al lavoro- sfruttamento minorile....
 Disegno per la  nonna con messaggio di incoraggiamento...
 James pensa a cosa scrivere dopo...
 Si è davvero impegnato, ha 5 anni e 4 mesi e si è avvicinato solo da poco alle lettere, cioè da quando siamo arrivati qui. Io dettavo, non ha fatto tutto tutto da solo...
 Ecco il suo messaggio per la nonna con autoritratto(oggi effettivamente i capelli non gli stavano giù, ma è anche andato in palestra...)
 Poi, per parità, ha scritto un altro messaggio per i nonni, così da non dimenticare il nonno.
 Il cuore gliel'ho disegnato perchè non si fidava. Ma l'ha colorato con molta cura, lui che non ama questa attività...

 Dietro, come suo stile, un bel disegno di pirati sulla nave, armati fino ai denti, vicino al timone.
 E poi, finalmente, dopo tutta questa scrittura, in camera a giocare. Il suo cavallo era sellato e pronto...
 I Gormiti erano di guardia fuori della loro casa...
 E alcune costruzioni spaziali restano sul tavolo.
Il pesce viene dal catechismo, dove domenica hanno raccontato ed illustrato l'episodio della chiamata dei primi quattro apostoli: Venite, vi farò pescatori di uomini. Veramente James ha precisato che il suo è uno squalo. Io gli ho detto che nel Mar di Galilea non ci sono squali, ma tant'è...
video
Infine, come promesso da tempo, James vuole insegnare alla sua cuginetta Margherita  la preghiera che recita alla sera (non è vero, James stava bene anche se non gliela facevo dire, ma io volevo che la dicesse lui a Margherita). E' la preghiera che ci hanno insegnato da piccole; altri tempi , si dirà...però, per me può ancora andare e stasera l'abbiamo detta sostituendo nonnina a casina e funziona perfettamente- da piccole era sorellina invece di casina.

Gesù bambino stammi vicino
dammi la mano, fa che sia sano.
Proteggi sempre babbo e mammina,
veglia dal cielo la mia casina.
Fa che sia docile, tranquillo e buono.
Dei miei capricci dammi il perdono.
Mattino e sera accogli tu
la mia preghiera Bambin Gesù.

Forza nonna, tieni botta, siamo con te!

6 commenti:

nonnAnna ha detto...

BRAVISSIMO James sono sicurissima che i tuoi nonni gradiranno molto le tue belle letterine.
Molto bella anche la preghiera che reciti alla sera se per te va bene l'insegnerò anche ai miei nipotini...
Un baciotto a te e tante serene giornate a tutti
nonnAnna

Sandra ha detto...

Caro James che bravo sei!Il tuo squalo è magnifico.
La tua nonna srà molto contenta per il tuo messaggio. Dai un bacio a mamma e papà e uno in più alla mamma che si preoccupa per la nonna.Ma vedrai che andrà tutto bene.

chiara ha detto...

di fatto così però mi sciolgo di lacrime!! io vi abbraccio forte... qui tutto sotto controllo una gran fatica ma devi pensare come detto che è la vita... la poesia promesso mi commuove e domani che ho finalmente qualche ora con la mia bambina gliela faccio sentire:) vi voglio bene anche a me e a noi pesa la lontananza:):)

Francesca ha detto...

James prima non ne voleva sapere, ora è contento di avere "insegnato" a Margherita la nostra preghiera....che soggetto...

giorgio ha detto...

un po' mi commuovo anche io che non c'entro. qui neve neve. :)Giorgio

Francesca ha detto...

Che non c'entri non lo so...una preghiera non fa male a nessuno, ah, ah! buon San Geminiano. Io a San Geminiano vado sempre un po' in tilt perchè mi ricordo Giacomo Giordano e sua mamma. Ti ricordi tu? Dev'essere stato 8 anni fa e sono morti venendo a scuola, alla Via Larga. Il giorno di San Geminiano. Fossimo stati a Modena, non sarebbero venuti a scuola e sarebbero ancora vivi. Là, l'ho detto, tanto per tirarmi su di morale...Giacomo aveva appena compiuto 4 anni, era nato in gennaio...