Pagine

giovedì 24 marzo 2011

Tigelle

 E mentre lunedì scorso fuori nevicava-poca roba per fortuna, ma è nevicato anche tutta mattina oggi, senza appoggiarsi e stasera quando ho scosso le briciole della tovaglia c'era neve per terra!- io ho reagito preparando delle calde tigelle. Le tigelle o crescentine sono un piatto tipico modenese. Mi danno una grande soddisfazione perchè gli ingredienti sono facilmente reperibili e vanno bene per tutti i membri della famiglia.
 Ecco il mio esercito di tigelle pronto per cuocersi: impasto 800 grammi di farina. La mia ricetta dice 800/1 kg, allora parto da 800 poi aggiungo altra farina se necessario in base al liquido.
 Il mio ferro per cuocere le tigelle viene dalla ferramenta vicino alla gelateria Il Mulino, in via Emilia Est. L'ho portato qui qualche estate fa, così da non avere problemi: il voltaggio è diverso , quindi le macchine tipo Tigelmatic non funzionerebbero.
 Gli attrezzi sono semplici: matterello e tagliatigelle, ma va bene anche un bicchiere in mancanza.
Si tagliano a metà ben calde e si farciscono con quel che si trova, basta non pensare ai salumi , formaggi e al "pesto" modenesi (pesto di suino e aglio, niente a che vedere con basilico e pecorino romano). Ne avanzano sempre con queste dosi e sono molto comode come pranzo del giorno dopo anche al kindergarten...

5 commenti:

Ufficio XII ha detto...

sai che da quando ho imparato anche io sono un'appassionata di tigelle????che bello quando venite le facciamo insieme e .... con pesto ed affettato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!super baci

Anonimo ha detto...

Altolà, ci siamo anche noi!!io fornirò una buona
bottigliotta di vino,in questo caso di lambrusco
"campanone" che si sposa benissimo con questo
tipo di mangiare.Ti rammento che domani sera entra in vigore l'ora legale anche qui da noi e
pertanto torniamo alla solita differenza di 6 ore.Bacioni papà

Sandra ha detto...

Evvvvai! Tigelle "all'America" !!!!!

Francesca ha detto...

ce le vedrei bene le tigelle qui: solo più grandi, qui tutto è di più ah, ah!
Per le tigelle estive tanto stracchino e ricotta, mi ricordo James e Margherita con la ricotta di pecora....

Ufficio XII ha detto...

anche io li ricordo.. ma quasi quasi si può andare anche in un bel posto all'aperto con bimbi scorazzanti e sorelle morbidose e genitori sciolti di tenerezza:):)